Flavio Bertelli Artisti
 
San Lazzaro di Savena (BO) 1865 – Rimini 1941
 
Bertelli Flavio
 
Bertelli Flavio
 

Flavio Bertelli nasce a San Lazzaro di Savena il 15 agosto 1865 e inizia l’attività pittorica come allievo del padre, Luigi.

La sua formazione prosegue all’Accademia di Belle Arti di Bologna col Puccinelli e, in seguito, al collegio dei Barnabiti di Firenze, città che lo lega d’amicizia con Telemaco Signorini.

Dall’incontro con Signorini nascono le prime opere di pittura tardo-macchiaiola.

Nel 1888 fa il suo esordio nel mondo artistico partecipando all'Esposizione Nazionale di Belle Arti di Bologna, alla quale segue, nel 1894, la Triennale di Belle Arti di Milano.

Nel 1895 inizia a partecipare con regolarità alle esposizioni bolognesi della Società Francesco Francia.

I successivi contatti con Grubicy, Segantini e Morbelli lo portano ad un’adesione entusiastica alla pittura divisionista.

Nel periodo che va dal 1897 al 1918 nascono le sue migliori opere divisioniste.

Nel 1898 partecipa all’Esposizione Nazionale di Torino col dipinto di grandi dimensioni intitolato Sera, riscuotendo l’attenzione della critica.

Dopo una forte crisi depressiva ed economica, abbandona il divisionismo passando a soluzioni più naturalistiche.

Dal 1930 Flavio Bertelli, in cattive condizioni di salute e privo di mezzi economici, vive a Crespellano ospite dell’amico Antonino Sartini.

Dal 1933 per ragioni di salute si trasferisce a Cagnona di Bellaria, continuando con fatica a dipingere.

Muore a Rimini il 29 dicembre 1941.

 
CHI SIAMO ARTISTI MOSTRE-EVENTI NOVITÁ ACQUISTIAMO CONTATTI NEWSLETTER DOVE SIAMO