Ercole Drei Artisti
 
Faenza (RA) 1886 – Roma 1973
 
Ercole Drei
 

Ercole Drei nasce a Faenza il 29 settembre 1886. A Faenza frequenta prima la Scuola di Arti e Mestieri e poi il Cenacolo baccariniano. Prosegue gli studi a Firenze dove, grazie alla borsa di studio del comune natale, può frequentare l’Accademia di Belle Arti con i maestri Augusto Rivalta per la scultura e Giovanni Fattori per la pittura.

A Firenze stringe amicizia con Adolfo De Carolis, Armando Spadini e Federico Tozzi.
Nel 1912 vince il Concorso Curlandese dell’Accademia di Belle Arti di Bologna e partecipa alla X Biennale di Venezia. All’inizio del 1913 vince il Pensionato Artistico Nazionale che gli permetterà di trasferirsi con alloggio e studio presso l’Accademia di Belle Arti di Roma.
Negli anni 1914 e 1915 è presente alle edizioni della Secessione Romana con le opere Danzatrice, Salomè, La serpe, Brezza e Donna che si sveglia.
Nel 1921 Drei prende uno studio-alloggio in Villa Strohl-Fern ai piedi di Villa Borghese, che fu luogo di artisti e intellettuali e cenacolo di grande importanza per anni.
Nel 1926 partecipa alla Mostra Milanese del Novecento Italiano e nel 1927 viene nominato professore di scultura all’Accademia di Belle Arti di Bologna, dove ricoprirà anche la carica di direttore dal 1952 al 1957.

Autore di opere di genere, monumenti funerari e ritratti, partecipa a tutte le Biennali Veneziane del periodo fra le due guerre e a molte rassegne d’arte italiana organizzate all’estero.
Drei è invitato alle tre edizioni della Quadriennale Romana. Nel 1941 ha la sua grande personale a Roma alla Galleria delle Terme e, nel 1947, è nominato componente del Consiglio Superiore delle Antichità e Belle Arti, rimanendo in carica fino al 1951.
La sua ricerca artistica si concentrerà sull’arte sacra, eseguendo grandi sculture per molte nuove chiese.

Muore a Roma il 1 ottobre 1973.

 
CHI SIAMO ARTISTI MOSTRE-EVENTI NOVITÁ ACQUISTIAMO CONTATTI NEWSLETTER DOVE SIAMO