Markò Andras Artisti
 
Vienna 1824 – Firenze 1895
 
Markò Andras
 
Nacque a Vienna nel 1824, fu allievo del padre, il noto pittore Karoly, e del fratello maggiore Carlo anch’esso pittore.

Deve essere considerato italiano per la lunga dimora in Firenze, sua seconda patria.

Giunto in Italia con la sua famiglia nel 1832, completò la propria preparazione pittorica a Vienna dal 1851 al 1854 alla scuola privata di Carl Rahl.

Nel 1855 ritornò in Italia in compagnia del fratello Carlo, dipinse soprattutto nella campagna senese. Esponente di spicco della cosiddetta scuola di “Staggia”, con i pittori De Tivoli, Altamura e La Volpe, rappresentò prima della rivoluzione macchiaiola, il momento più aggiornato della moderna pittura di paesaggio in Toscana.

Fu romantico descrittore di paesaggi con figure e animali, prima di fantasia, poi dal vero, dipinse con vigoria tecnica e un colorismo di ascendenza nordica derivati dal Calme, da Camino e dai pittori di Barbizon.

Le novità della propria pittura Andrea le trasmise ai suoi allievi nelle Accademie di Milano Urbino e Firenze.

Si guadagnò notorietà superiore a quella del padre, e annoverò molti collezionisti in Italia e all’estero; ciò in parte spiega la sua mancata presenza, negli anni settanta, alle mostre fiorentine.

Fra le sue opere si rammentano: I cavallari maremmani, premiata a Firenze nel 1860 - Veduta sulle cave di Carrara, premiata con medaglia all’Esposizione Internazionale di Vienna nel 1873.

Morì a Firenze il 12 giugno 1895.

 
CHI SIAMO ARTISTI MOSTRE-EVENTI NOVITÁ ACQUISTIAMO CONTATTI NEWSLETTER DOVE SIAMO